La tecnologia sottovuoto

L’essiccazione del legno è un processo fisico che in natura richiede tempo. Per velocizzare il processo di evaporazione del liquido contenuto nel legno, si possono utilizzare diverse tecniche artificiali: fra tutte l’essiccazione sottovuoto è la più rapida ed efficace.

L’impianto di cui dispone la Linea Essicazione Legno è costituito da 23 forni sottovuoto a piastre di piccole dimensioni unitarie, che permettono di gestire contemporaneamente fino a 20 cicli diversi di essiccazione, garantendo in tal modo la massima flessibilità d’impiego.

Il processo di essiccazione

Dopo il collaudo iniziale del materiale, questo viene caricato a mano nel forno. Il ciclo di essiccazione inizia con il lento riscaldamento del legno, una volta giunto alla idonea temperatura avviene l’evaporazione lenta e costante dell’acqua e della linfa presenti all’interno di ciascun elemento. È in questa delicata fase che il contributo del “sistema sottovuoto” risulta determinante: la depressione presente all’interno della cella abbassa il punto di ebollizione dell’acqua fino a 35°C, permettendo una veloce essiccazione a basse temperature. Una volta giunto all’umidità desiderata il materiale viene fatto raffreddare per poi uscire dal forno ed essere imballato secondo le esigenze del cliente.

I vantaggi del sistema sottovuoto

L’essiccazione per mezzo di forni sottovuoto a piastre consente di essiccare in tempi molto rapidi qualsiasi elemento in legno massiccio, garantendo nel contempo una elevata uniformità nel grado finale di essiccazione ed una elevata qualità intrinseca del materiale. Il materiale essiccato con questa speciale tecnica può essere impiegato nelle lavorazioni più complesse (incollaggi, giunture, ecc) garantendo la massima affidabilità.